NEWS

Il sistema di identità digitale SPID per partecipare al servizio civile universale

“Per partecipare al prossimo bando per la selezione ad operatore volontario del servizio civile universale, in uscita entro la fine dell’anno, occorrerà avere a disposizione l’identità digitale.

I giovani tra i 18 e i 28 anni che vorranno presentare domanda dovranno infatti utilizzare SPID per accedere alla piattaforma on-line DOL, lanciata lo scorso anno per consentire una candidatura al bando più veloce, semplice e trasparente.

È importante, quindi, che tutti i giovani interessati al servizio civile universale che non hanno ancora SPID si attivino sin da subito per acquisire la propria identità digitale, così da essere già pronti quando sarà pubblicato il bando.

Ricordiamo che SPID è il sistema unico di identità digitale che permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei soggetti privati aderenti con un’unica Identità Digitale (username e password) utilizzabile da computer, tablet e smartphone. L’utilizzo dello SPID è gratuito. Anche richiedere SPID è gratuito, ma se si decide di farlo con il riconoscimento via webcam, gli operatori potrebbero richiedere il pagamento per questo servizio aggiuntivo.”

[fonte. https://www.politichegiovanilieserviziocivile.gov.it/dgscn-news/2020/11/spid_bandoscu.aspx]

Visita il sito ufficiale e guarda i tutorial: spid.gov.it

Se hai dubbi compila il form per richiederci maggiori informazioni

________________________________________________________________________________

COSA DICONO I VOLONTARI?

Scoprilo, visita la sezione dedicata ai volontari attuali e agli ex volontari.
  Visita la pagina

________________________________________________________________________________

CHIUSO BANDO SERVIZIO CIVILE REGIONALE

n.1 “NOI, BENE COMUNE – NEL GIOCO E NELLO STUDIO”

n.2 “CRESCIAMO INSIEME”.

    Leggi i nostri progetti

FAQ

Se hai dubbi compila il form per richiederci maggiori informazioni

________________________________________________________________________________

Il Servizio Civile Universale …una scelta che cambia la vita

Presentazione

FISM – FEDERAZIONE ITALIANA SCUOLE MATERNE di Bologna crede nel servizio civile come esperienza concreta formativa e di crescita personale, è convinta che possa stimolare il senso di cittadinanza attiva nei giovani volontari.
FISMBO si rivolge ai giovani, i veri protagonisti del servizio civile, per fornire informazioni ed accompagnarli in questa avventura che gli possa arricchire il futuro e dare tante opportunitàingresso nel mondo del lavoro – realizzarsi come persona – fare qualcosa per gli altri – essere cittadino attivo Allo stesso tempo si occuperà di coordinare e supportare gli enti aderenti attraverso gruppi di lavoro, corsi di formazione e consulenza.

 

Cos’è il Servizio Civile e a chi è rivolto:

  • E’ un’esperienza di volontariato utile per la propria crescita personale, per incrementare le proprie competenze, per sperimentare i valori della pace, solidarietà, non violenza. Questa esperienza è inoltre un’opportunità per costruire il passaggio tra lo studio ed il mondo del lavoro.
  • E’ rivolto a tutte le ragazze e i ragazzi di età compresa tra i 18 e i 29 anni (non compiuti al momento della domanda)
  • E’ previsto un impegno di 1145 ore annue con una media di 22 ore a settimana e un minimo di 12. Sono previsti anche 20 giorni di permesso.
  • E’ previsto un rimborso mensile.

Le aree di attività di FISMBO:

  • Formazione operatori degli enti
  • Formazione dei volontari
  • Progettazione
  • Consulenza
  • Monitoraggio
  • Selezione

 

SERVIZIO CIVILE

Il Servizio Civile Universale opera nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell’inclusione e dell’utilità sociale nei servizi resi, anche a vantaggio di un potenziamento dell’occupazione giovanile. Le aree di intervento sono riconducibili ai settori di:
ambiente, assistenza, educazione e promozione culturale, patrimonio artistico e culturale, protezione civile, servizio civile all’estero.

FINALITA’:

E’ istituito il servizio civile universale finalizzato, ai sensi degli articoli 52, primo comma e 11 della Costituzione, alla difesa non armata e nonviolenta della Patria, all’educazione, alla pace tra i popoli, nonché’ alla promozione dei valori fondativi della Repubblica, anche con riferimento agli articoli 2 e 4, secondo comma, della Costituzione.

La legge 64/01, con cui è stato istituito il Servizio Civile Nazionale prevede all’art.1 il raggiungimento delle seguenti finalità:

  • concorrere, in alternativa al servizio militare obbligatorio, alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari;Servizio Civile
  • favorire la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale;
  • promuovere la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale ed internazionale, con particolare riguardo alla tutela dei diritti sociali, ai servizi alla persona ed alla educazione alla pace fra i popoli;
  • partecipare alla salvaguardia e tutela del patrimonio della Nazione, con particolare riguardo ai settori ambientale, storico-artistico, culturale e della protezione civile;
  • contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani mediante attività svolte anche in enti ed amministrazioni operanti all’estero.

La legge ha visto convivere, in una prima fase, due forme di Servizio civile: obbligatorio, per gli obiettori di coscienza e, su adesione volontaria, per le giovani donne secondo alcuni requisiti previsti dalla normativa.
La sospensione della leva obbligatoria, prevista dalla legge 226/2004, ha decretato nel 2005 la seconda fase di applicazione della norma; la partecipazione al Servizio civile nazionale è rivolta ai giovani di entrambi i sessi ed esclusivamente tramite adesione volontaria.

 

Per ulteriori informazioni consulta i siti istituzionali:

http://www.serviziocivile.gov.it/